Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 13 ottobre 2015 alle ore 17:30.
L'ultima modifica è del 13 ottobre 2015 alle ore 19:29.

13/10/2015

Con la comunicazione di avvio del procedimento l’amministrazione, pur riservandosi di adottare un successivo provvedimento definitivo in seguito alle controdeduzioni, comunica al privato che l’attività non può essere intrapresa, e dunque a partire dalla conoscenza di tale comunicazione si determina in capo privato la consapevolezza che l’attività intrapresa è illecita e dunque non può essere svolta (cfr. Tar Veneto, n. 379/2014). Tuttavia, ciò non comporta alcuna interruzione o sospensione del termine di 60 giorni che invece continua a “correre”, obbligando l’amministrazione al suo rispetto ovvero, nel caso di inutile scadenza del termine, in difetto dei requisiti legittimanti l’attività, ad adottare il provvedimento di autotutela volto a eliminare gli effetti che si sono medio tempore...

Contenuto a pagamento

Per leggere l’articolo nella versione integrale EFFETTUA L’ACCESSO in Banca dati.