Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 14 maggio 2019 alle ore 12:59.
L'ultima modifica è del 14 maggio 2019 alle ore 14:58.

14/05/2019

A volte abbiamo la necessità di cambiare la destinazione d'uso di un immobile. A questo punto, sorge la necessità di stabilire se tale operazione richiede o meno il preventivo rilascio di una autorizzazione amministrativa. Di norma il titolo edilizio è necessario quando l'operazione comporta un maggior carico urbanistico; i “soliti furbetti”, però, spesso si limitano ad effettuare la variazione catastale (per esempio da ufficio ad abitazione) senza richiedere il titolo edilizio e senza il pagamento dei relativi oneri concessori. Nel caso in esame il giudice amministrativo è chiamato ad esprimersi sulla legittimità del provvedimento con cui il Comune,  basandosi su una semplice ispezione catastale,  contesta l'illegittimo cambio di destinazione d'uso. 

Il fatto
I proprietari...

Contenuto a pagamento

Per leggere l’articolo nella versione integrale EFFETTUA L’ACCESSO in Banca dati.