Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 31 marzo 2014 alle ore 12:11.
L'ultima modifica è del 01 aprile 2014 alle ore 19:51.

31/03/2014

La crisi economica ha fatto registrare negli ultimi anni un vero e proprio boom di  vendite di immobiliin nuda proprietà, soprattutto tra le fasce economicamente più deboli della popolazione. L’obiettivo è quello di “monetizzare” il valore della propria casa cedendone la proprietà, ma conservando per sé il diritto di abitarla.

La sentenza della Corte di Cassazione n. 6877 del 24 marzo 2014 ha affrontato l’argomento nell’ambito degli edifici in condominio e con specifico riferimento alla ripartizione delle spese condominiali, stabilendo che il condomino che vende l’appartamento, conservando per sé il diritto di abitazione, rimane obbligato ad adempiere tutti gli oneri relativi alla...

Contenuto a pagamento

Per leggere l’articolo nella versione integrale EFFETTUA L’ACCESSO in Banca dati.