Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 07 settembre 2017 alle ore 11:46.
L'ultima modifica è del 11 settembre 2017 alle ore 11:45.

07/09/2017

L’ascensore installato dopo la costruzione dell’edificio per iniziativa di una parte dei condomini e a loro spese, appartiene in proprietà a quest’ultimi e, dunque, non rientra nella proprietà comune del condominio.

Lo ha ribadito la seconda sezione civile della Corte di Cassazione con la sentenza n. 20713 del 4 settembre 2017.

Secondo gli Ermellini, la situazione in esame dà luogo nel condominio ad una particolare comunione parziale dei proprietari dell’ascensore, distinta dal condominio stesso, fino a quando i condomini non decidano di parteciparvi. Infatti, l’art. 1121, comma 3, c.c. fa salva la facoltà degli altri condomini di partecipare successivamente all’innovazione, divenendo partecipi della...

Contenuto a pagamento

Per leggere l’articolo nella versione integrale EFFETTUA L’ACCESSO in Banca dati.