Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 21 novembre 2018 alle ore 10:54.
L'ultima modifica è del 21 novembre 2018 alle ore 11:52.

21/11/2018

Il proprietario dell’appartamento concesso in locazione chiede al Condominio e alla ditta edile i danni subiti dopo che l’inquilino aveva comunicato il recesso del contratto di locazione a causa delle infiltrazioni presenti all’interno dell’immobile. Il Tribunale di Roma, con sentenza n. 20996 del 2 novembre 2018, ha invece escluso il risarcimento, perché il proprietario non ha fornito la prova che l’appartamento fosse divenuto insalubre a causa dei vizi denunciati.

Al contrario, il proprietario, dopo solo un mese dal recesso, aveva incaricato un’agenzia immobiliare di trovare un nuovo inquilino, con lo stesso canone di affitto e senza fare accenno delle infiltrazioni nell’annuncio. Circostanza che, secondo il giudice, esclude la non abitabilità dell’appartamento e, dunque, la sussistenza di un...

Contenuto a pagamento

Per leggere l’articolo nella versione integrale EFFETTUA L’ACCESSO in Banca dati.