Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 19 aprile 2017 alle ore 11:57.
L'ultima modifica è del 19 aprile 2017 alle ore 13:53.

19/04/2017


Fare il punto sul percorso di analisi, riflessioni e proposte per la revisione complessiva e organica del sistema italiano della formazione in architettura, al fine di renderlo più efficace, efficiente e competitivo sul piano nazionale e internazionale: è quanto si propone la Conferenza Nazionale sull'Architettura in programma il prossimo 27 aprile a Roma (Centro Congressi Roma Eventi di Piazza di Spagna, dalle 9 alle 18), un percorso di approfondimento avviato nei mesi scorsi dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori in collaborazione con il Gruppo Operativo Università della Conferenza Nazionale degli Ordini, e dalla Conferenza Universitaria Italiana di Architettura (CUIA).
Al centro del dibattito, tra gli altri temi, quelli dell'accesso ai corsi di studio, della qualità della formazione, della mobilità intermedia e del passaggio alla professione di architetto.
La crisi economica e i cambiamenti dei profili professionali, l'esigenza di valorizzare la professione, anche nel suo ruolo di principale protagonista dei processi di rigenerazione urbana sostenibile, le specificità della formazione e della ricerca nell'area del progetto, rendono ormai improcrastinabile, anche in considerazione del grande potenziale di competitività internazionale del sistema italiano di architettura, definire lo scenario di azione, i nuovi strumenti, le nuove regole e i nuovi corsi di studio.
Serve, allora, valorizzare le risorse culturali e scientifiche e le specificità delle diverse scuole, delle possibili reti di cooperazione, dei progetti innovativi, anche nella proiezione internazionale, avendo bene a mente che l'obiettivo è quello di assicurare un futuro ai giovani che si avviano agli studi di architettura e alla professione di architetto e nella convinzione dell'importante ruolo che l'università italiana può ricoprire nel mondo per la sua storia e per le sue competenze.
Nutrita la rappresentanza di esponenti del Governo. Alla Conferenza interverranno, tra gli altri, Riccardo Nencini, vice Ministro delle infrastrutture e dei trasporti; Barbara Degani, sottosegretario al Ministero dell'ambiente, della tutela del territorio e del mare; Cosimo Ferri, sottosegretario al Ministero della giustizia; Dorina Bianchi, sottosegretario al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Leggi il programma