Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 08 settembre 2017 alle ore 14:12.
L'ultima modifica è del 08 settembre 2017 alle ore 16:17.

08/09/2017

Come ormai noto, i maggiori imputati in termini di consumi energetici sono gli edifici, soprattutto gli edifici residenziali.
Diventa quindi un’urgenza etica, oltre che normativa, progettare e costruire edifici efficienti e sostenibili o, ancor meglio, valorizzare il patrimonio edilizio esistente, evitando di consumare altro prezioso suolo (il monitoraggio del consumo di suolo, a cura di ISPRA - Istituto Superiore per la protezione e la ricerca ambientale - e del Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente ARPA/APPA, mostra come si continuino a cementificare più di 8 metri quadrati ogni secondo...).
La strada dell’evoluzione costruttiva in questo senso conduce verso i sistemi a secco.
Si tratta di un sistema di prefabbricazione che prevede un assemblaggio finale meccanico (viti e bulloni) - senza quindi utilizzo...

Contenuto a pagamento

Per leggere l’articolo nella versione integrale EFFETTUA L’ACCESSO in Banca dati.