Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 01 febbraio 2018 alle ore 18:04.
L'ultima modifica è del 01 febbraio 2018 alle ore 19:14.

01/02/2018

Efficienza energetica e sostenibilità ambientale sono divenute ormai un mantra per chi frequenta l’energivora industria delle costruzioni.
Criteri teorici la cui applicazione concreta deve partire dalla considerazione dell’intero ciclo di vita di un edificio - dismissione compresa - e quindi, innanzitutto, dalla produzione di materiali in grado di ridurre il consumo di materie prime e di energia.
Ogni materiale può essere infatti definito attraverso la propria energia incorporata, cioè la quantità necessaria per la produzione, il trasporto e lo smaltimento finale.
In questa ottica è stato sviluppato pochi anni fa (2012-2015), grazie a un progetto di ricerca europeo coordinato dal consorzio CETMA di Brindisi, un calcestruzzo che impiega materiali di scarto (pneumatici, schiume di poliuretano dei frigoriferi,...

Contenuto a pagamento

Per leggere l’articolo nella versione integrale EFFETTUA L’ACCESSO in Banca dati.