Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 29 maggio 2018 alle ore 11:50.
L'ultima modifica è del 29 maggio 2018 alle ore 13:50.

29/05/2018


Un bando con oltre 200 mila euro per progetti creativi orientati alla rigenerazione urbana e socio culturale delle periferie.
Si intitola "Creative Living Lab. Qualità, creatività, condivisione", l'iniziativa lanciata dalla Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane (DGAAP) del Mibact, diretta da Federica Galloni, volta alla rigenerazione urbana condivisa di luoghi periferici, per la realizzazione di progetti innovativi di qualità in ambito culturale e creativo, orientati alla rigenerazione e alla trasformazione di spazi interstiziali, aree o edifici abbandonati o dismessi e zone di verde non curate.
Il bando – scaricabile dal sito internet http://www.aap.beniculturali.it - si rivolge a soggetti pubblici e privati che operano in campo culturale con il coinvolgimento di stakeholder attivi sul territorio e mira alla creazione di azioni partecipate, realizzate dalle comunità per le comunità, elaborate con l'apporto multidisciplinare di mediatori culturali come architetti, paesaggisti, designer, artisti, registi, film-maker, fotografi, musicisti, performer, scrittori, psicologi, sociologi, antropologi. Le proposte potranno prevedere microprogetti e attività formative e laboratoriali come workshop, seminari, laboratori, percorsi espositivi e didattici con una programmazione articolata in un arco di tempo di 6 mesi.
Le risorse disponibili ammontano complessivamente a 205mila euro, con un massimo finanziabile di 34mila euro per ogni progetto.
Con il bando "Creative Living Lab", la DGAAP vuole sperimentare una formula di intervento nelle periferie italiane, intese come territori che vivono realtà di fragilità sociale, economica e ambientale, non necessariamente lontani dal centro fisico della città, che coinvolga diverse espressioni della creatività contemporanea nella rivitalizzazione urbana e socio-culturale del territorio e delle comunità.