Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 04 aprile 2019 alle ore 10:45.
L'ultima modifica è del 04 aprile 2019 alle ore 12:43.

04/04/2019

Il Consiglio di Stato viene chiamato a sciogliere un nodo gordiano: si tratta di stabilire se i compensi professionali previsti dal cosiddetto “decreto parametri” debbano essere considerati dei “minimi tariffari inderogabili” ovvero come dei semplici “criteri di massima” che servano come indicazione ed a cui sia possibile derogare. La questione non è di poco conto in quanto si tratta di stabilire la legittimità dei bandi di gara che prevedono minimi tariffari inferiori a quelli previsti dal D.M.

L’antefatto
La Regione Abruzzo diventa destinataria di risorse pubbliche, derivanti dal FSC (Fondo per lo Sviluppo e la Coesione), da impiegare in interventi di recupero di beni pubblici presenti sul territorio regionale. Una quota delle somme disponibili viene destinata al “finanziamento delle...

Contenuto a pagamento

Per leggere l’articolo nella versione integrale EFFETTUA L’ACCESSO in Banca dati.