Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 25 ottobre 2016 alle ore 11:31.
L'ultima modifica è del 26 ottobre 2016 alle ore 13:27.

25/10/2016


All'interno di Ambiente Lavoro e nell'ambito di Village24, la mattina del 19 ottobre è stato tenuto il focus La Gestione della Sicurezza Antincendio: compiti e aspettative del Titolare dell'attività.
Il Focus ha visto intervenire Natale Mozzanica, Presidente UMAN, Emanuele Nicolini, RSPP e Tiziano Zuccaro, Presidente Vicario APA Prevenzione incendi, Rappresentante Nazionale in seno alla CFPA Europe ed ha approfondito il ruolo che ha il datore di lavoro nella valutazione del rischio incendio.

Gli interventi hanno innanzitutto sottolineato l'importanza dell'approccio nell'attività precauzionale che deve essere di due tipi:

- precauzionale: ovvero tener presente le regole tecniche e le prescrizione previste dalle disposizioni legislative e regolamentari;
- prestazionale: ovvero utilizzare modelli di calcolo per disegnare possibili scenari d'incendio.

Fondamentale è, quindi, che il titolare dell'attività si avvalga non solo della struttura dei VV.F., ma anche di una serie di figure professionali che hanno compiti e ruolo differenti nella fase di valutazione:

- il progettista;

- il responsabile dell'attività;

- l'addetto al servizio antincendio;

- il coordinatore addetti al servizio antincendio;

- il coordinatore dell'unità gestionale GSA.
Solo con il contributo di tutte queste figure si potrà avere una fase valutativa della sicurezza antincendio che riduca il rischio di incendi.

Il Focus si è concluso con i contributi dei partecipanti.