Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 11 ottobre 2017 alle ore 11:13.
L'ultima modifica è del 11 ottobre 2017 alle ore 13:13.

11/10/2016


Il mercato rappresentato dai consumatori mussulmani è in forte espansione a livello globale e non è rappresentato solo dai Paesi dove questa religione è maggioritaria, ma anche dai cittadini delle nazioni occidentali in cui forte sia la presenza di cittadini (convertiti o figli di immigrati o di recente residenza) mussulmani.

Per tale ragione molte sono le aziende che per vendere i loro prodotti (soprattutto alimentari) devono confrontarsi con la tradizione religiosa mussulmana.

Al fine di favorire la riconoscibilità dei prodotti che rispettano i dettami di questa religione, è nata la Halal International Authority (HIA), che opera su scala mondiale per certificare la qualità Halal (lecito) di prodotti e servizi in conformità con i dettami della dottrina e Shariah Islamica secondo gli Standard Halal internazionali.

ll Sistema interno di certificazione è l'HQS (Halal Quality System).

I principali standard di certificazione halal (lecita) richiamati dall'Autorità sono emessi dai alcuni Paesi mussulmani, ovvero:

LP-POM MUI Indonesia (The Indonesian Council of Ulama) Standard

1. HAS 23000 : Requirements of Halal Certification

2. HAS 23103 : Guidelines of Halal Assurance System Criteria of Slaughterhouses

3. HAS 23201 : Requirements of Halal Food Material

JAKIM (Department of Islamic Development Malaysia) Malaysia Standard (MS)

1. MS 2300, Value-based management systems – Requirements from an Islamic perspective

2. MS 1900, Quality management systems – Requirements from Islamic perspectives

3. MS 1500, Halal food – Production, preparation, handling and storage – General guidelines

4. MS 2400, Halalan-Toyyiban assurance pipeline – part 1: management system requirements for transportation of goods and/or cargo chain services

5. MS 2400, Halalan-Toyyiban assurance pipeline – part 2: management system requirements for warehousing and related activities

6. MS 2400, Halalan-Toyyiban assurance pipeline – part 3: management system requirements for retailing

7. MS 2424, Halal pharmaceuticals – General guidelines

GCC Standardization Organization (GSO) (United Arab Emirates)

1. GSO 993: Animal slaughtering requirements according to Islamic law.

2. GSO 2055-1: Halal foods_ Part 1: General requirements.

3. GSO 2055-2: Halal foods_ Part 2: Guidelines for Halal foods certification bodies. 2.4 GSO/CAC/RCP.

4. GSO 1694: General Principles of Food Hygiene.

5. GSO 9: Labelling Of Prepackaged Foodstuffs

MUIS Singapore (The Islamic Religious Council of Singapore

1. MUIS-HC-S001 General Guidelines for the Handling and Processing of Halal Food

L'HQS, coerente con gli standard internazionali della Sharia islamica, è riconosciuto e condiviso dalle Autorità islamiche nel Mondo ed è, inoltre, compatibile e comprensivo degli standard di controllo di qualità (QMS):

- HACCP;

- ISO 9001;

- ISO 14001;

- SA 8000;

- ISO 2200;

- Biologico (rispetto alla rintracciabilità di filiera);

- ISO 22000;

- ISO 17025;

- GSFS e IFS;

- PAS 99:2012;

- ISO 17065;

- GSO 993;

- GSO 2055-1;

- GSO 2055-2;

- GSO 2055-3.

La Certificazione Halal riguarda i prodotti delle filiere agroalimentari, dei cosmetici, dei prodotti chimici e farmaceutici, dei prodotti per la cura del corpo e della salute, i processi industriali, di trasformazione, compreso la certificazione del packaging.

Per ottenere la Certificazione Halal di un prodotto o di un servizio, bisogna certificare come Halal tutta la catena del valore (value chain) coinvolta nella sua produzione. In più la Certificazione Halal comprende anche la certificazione dei sistemi di controllo della qualità (Quality Control) e di tutte le fasi di approvvigionamento delle materie prime, delle fasi e i processi di trasformazione, della logistica interna e di stoccaggio, del trasporto interno ed esterno, fino al raggiungimento della destinazione.

La Certificazione Halal coinvolge anche i metodi ed i sistemi di approvvigionamento di mezzi finanziari e di responsabilità sociale.

Possono ottenere Certificazione Halal anche i servizi commerciali ed i canali di vendita, compreso la grande distribuzione, i punti vendita e gli esercizi di somministrazione.

Iter di certificazione

La procedura di certificazione per il rilascio del certificato HIA si articola principalmente nelle seguenti fasi:

- Presentazione offerta ed accettazione;

- Formalizzazione del Contratto;

- Processo di Audit;

- Rilascio Certificazione;

- Sospensione / Revoca / Ritiro;

- Informativa.