Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 31 luglio 2018 alle ore 12:36.
L'ultima modifica è del 31 luglio 2018 alle ore 14:36.

31/07/2018


Con nota congiunta del 25 luglio 2018 l'Inail e il Ministero del lavoro hanno fornito alcune importanti precisazioni in merito al decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali 23 maggio 2018, n. 61 recante "Strumento di supporto, rivolto alle micro, piccole e medie imprese, per la valutazione dei rischi sviluppato secondo il prototipo europeo OIRA, dedicato al settore Uffici".

Si tratta, in sostanza, di un applicativo che agevola i datori di lavoro nel processo di valutazione dei rischi nelle attività d'ufficio.

Il software si presenta diviso strutturalmente in 11 moduli e circa 13 sottomoduli, che vanno dagli aspetti organizzativi dell'impresa (documentazione aziendale, figure della prevenzione, formazione e aggiornamento, sorveglianza sanitaria e altri ancora) fino alle diverse tipologie di rischio presenti nelle realtà lavorative degli uffici.

Oltre a individuare le misure di prevenzione e protezione obbligatorie da adottare, lo strumento indica anche alcune misure di miglioramento possibili, in relazione ai diversi rischi, lasciando comunque spazio per una personalizzazione sulla base delle specifiche esigenze. Una volta registrata, l'impresa entra ed effettua una prima identificazione dei fattori di rischio presenti, alla quale fa seguito una successiva valutazione per individuare le misure di prevenzione applicabili.

Il percorso di valutazione prevede una parte relativa all'identificazione dei pericoli/criticità presenti nella propria realtà lavorativa, nonché aspetti che riguardano l'organizzazione del lavoro e intende guidare il datore di lavoro nella valutazione dei rischi correlati ai pericoli identificati secondo tutti i requisiti previsti dalla legislazione vigente.

In tal senso vengono individuate tutte le necessarie misure di prevenzione e protezione adottate dal datore di lavoro nonché il programma delle misure ritenute opportune per garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza. Al termine del percorso, l'applicativo genera il relativo documento di valutazione dei rischi.

La circolare in esame precisa infine che nell'area "SUPPORTO" del portale www.inail.it sono a disposizione per la consultazione da parte dell'utenza le Faq, e il video tutorial per l'utilizzo del software. È inoltre possibile rivolgere i propri quesiti all'indirizzo supporto-oira@inail.it.