House Ad
House Ad

L'informazione tecnico-scientifica

per i professionisti tecnici

home>Edilizia>Urbanistica

05/03/2019 - ABUSIVISMO

L'acquirente può sanare l'abuso
in area vincolata?

In linea di principio si ritiene che non sia possibile sanare un'opera abusiva realizzata in area sottoposta a vincolo paesaggistico. Secondo una giurisprudenza ormai consolidata, infatti, non è ammessa l'autorizzazione paesaggistica ex post e, conseguentemente, non è possibile la sanatoria. C'è da chiedersi, però, cosa succede quando il costruttore realizza un fabbricato violando le norme paesaggistiche e vende gli immobili agli ignari acquirenti prima che il permesso di costruire venga revocato

15/02/2019 - AGEVOLAZIONI FISCALI

Il Fisco detta le regole da applicare per i consorzi urbanistici


L'Agenzia delle entrate, con la ris. n. 1 dell'11 gennaio 2019, è intervenuta per fornire i propri chiarimenti sul trattamento fiscale da applicare a due operazioni di uso comune: il conferimento delle aree nel consorzio a cui è affidata la realizzazione delle opere di urbanizzazione nonché all'atto di ridistribuzione delle aree tra i soci del consorzio

12/02/2019 - DEMOLIZIONE E RICOSTRUZIONE

Da demolire le opere che minacciano la necropoli etrusca

Il giudice amministrativo condivide la linea dura assunta dall'amministrazione per tutelare una necropoli etrusca e considera del tutto legittimo l'ordine di demolizione di una villetta abusiva con relativa piscina. Il CdS chiarisce quando il parere della Soprintendenza può essere oggetto di annullamento in autotutela

04/02/2019 - CONDONO

Demolizione bloccata se la pratica non è definita

Il comune ingiunge al proprietario di procedere alla demolizione di un fabbricato realizzato in assenza di titolo abilitativo in area soggetta a vincolo di inedificabilità. Parallelamente viene notificato l'atto con il quale era stata accertata l'inottemperanza all'ordine ripristinatorio. Il provvedimento viene impugnato ma il TAR Napoli, con sent. n. 3199/2012, respinge il ricorso. Il proprietario non si da per vinto e impugna la sentenza dinanzi al Consiglio di Stato che ricostruisce la vicenda

16/01/2019 - PIANIFICAZIONE URBANISTICA

Legittima la variante al PRG
che "salva" l'imprenditore agricolo?


In linea di principio si ritiene illegittima la variante al PRG fatta "su misura" per tutelare le ragioni di un singolo; l'amministrazione comunale, infatti, è tenuta ad operare senza creare illegittime sperequazioni tra i propri cittadini mortificando le ragioni dei tanti a beneficio di pochi. Tuttavia, c'è da chiedersi se sia legittima la variante del PRG che tuteli esclusivamente gli interessi di un imprenditore agricolo, permettendo (solo) ad esso (e non anche ai vicini) di poter edificare nuove costruzioni residenziali

Vai all'archivio

Banca Dati

Anteprima dalle riviste

Aggiornata la procedura per il rilascio dei pareri autorizzativi
Nell?esonero integrale dal pagamento del contributo di costruzione di cui all?art. 17, co. 3, lett. e) d.P.R. n. 380 del 2001 rientrano non solo gli impianti...
Il nuovo anno si apre con importanti novità inerenti le tematiche ambientali e, in particolare, la gestione dei rifiuti. Per l?impatto e l?importanza delle...

    -15% € 6,90 Iva Inc.